Intervista all’ideatore di Piemonteshop la prima piattaforma on-line vicina agli esercenti locali.

 

Sono qua con Livio Ariaudo, l’ideatore di Piemonteshop. Bene, presentati e dicci qualcosa di te.

Ok, non posso che iniziare col dirvi che sono Cuneese per l’esattezza di Centallo, ho quarantanove anni appena compiuti, e ho una grande passione per tutto ciò che è nuovo e digitale. Ho una formazione prevalentemente tecnico/elettronico e imprenditoriale, attualmente seguo anche l’azienda di mio figlio Paolo.

Quand’è che hai deciso di investire il tuo lavoro nel mondo di internet?

In realtà non c’è mai stato questo passaggio, era una passione iniziata nel lontano 2000  e che coltivavo nel mio tempo libero: alla sera e negli altri spazi liberi, e con il tempo e diventato un lavoro. Ho sempre cercato di prendere il meglio dalle esperienze professionali, sacrificando qualcosa ma ottenendo molto in termini professionali ed umani.

Avere un lavoro stimolante è senza prezzo, giusto per rimanere in materia economica! Ma raccontaci di PIEMONTESHOP: com’è nato il progetto e come si è evoluto?

Il progetto ha una storia che risale a questa primavera in pieno lockdown, abbiamo lavorato ad esso tutta l’estate ed è tuttora in continua evoluzione.  Io e i miei collaboratori abbiamo pensato a quanto fosse potente il concetto alla base della tecnologia il fatto di permettere alle imprese locali, piccoli negozi ed esercenti di poter avere anche loro uno spazio su internet che concedesse di vendere i propri prodotti su una piattaforma facile da utilizzare invitando gli utenti all’acquisto ma ritirando il prodotto direttamente in negozio,  l’idea ruotava attorno a due concetti: “Venditore e acquirente anche se on-line devono parlare fra di loro” e il secondo “i grandi e-commerce  nazionali e internazionali mancano di questo”.

Vi siete buttati nel mondo del commercio elettronico. Il vostro progetto si chiama Piemonteshop. Adesso fai finta che io non sia un appassionato di tecnologie ed internet: spiegami in una frase e perché dovrei utilizzarlo

Ti direi che Piemonteshop  è composto da tanti piccoli negozi fisici che trasferiscono sul web una parte degli articoli che hanno sugli scaffali portandoli in un centro commerciale virtuale e ti permette di poter prenotare/ordinare con il metodo del carrello o direttamente tramite whatsapp  e recarti fisicamente nel negozio per visionarlo e ritirarlo. Se non ti soddisfa eventualmente sostituirlo con un altro prodotto o altra taglia quindi nessun rischio di restituzione tramite corriere. Puoi  scegliere di pagare l’ordine tramite i sistemi di pagamento accettati dall’esercente (Satispay, carte elettroniche o bonifico) oppure se non hai troppa dimestichezza con pagamenti on-line, entro 48 ore dalla prenotazione puoi pagarlo direttamente in negozio all’atto del ritiro.  Piemonteshop è una risorsa digitale semplice ed e sicura.

Bene, continua pure…

Siamo inondati di contenuti digitali, invasi di messaggi più o meno di natura commerciale. Information overload o content shock. Ci stiamo accorgendo che nella quantità e nella velocità non ci sta il valore. Il valore sono il rapporto tra le persone, tra chi mette in vendita un bene e chi è interessato ad acquistarlo. Beh, vorremmo tornare a questo, cercando di quadrare il cerchio: fisicizzare il concetto di acquisto on-line attraverso un servizio che vada a favore sia di chi deve effettuare un acquisto, sia al commerciante che mette una parte di articoli in vendita mettendo a disposizione strumenti semplici ma efficaci.

Quindi la differenza fondamentale tra Piemonteshop  ed gli e-commerce classici è la fisicità, no?

È corretto. Per concludere un acquisto anche se fatto on-line devo avvicinarmi a te, venire a ritirare, visionare, provare fisicamente ed eventualmente aggiungere all’acquisto prenotato altri acquisti direttamente in negozio (off-line)

Siamo in una fase particolarmente difficile con lo spettro di nuovi lockdow causati nuovamente dall’emergenza Covid, secondo voi quale impatto può avere sulle piccole attività commerciali?

Effetti disastrosi e devastanti, non a caso abbiamo previsto anche questo scenario durante l’estate e  mentre sviluppavamo il progetto. Abbiamo puntato sul fattore continuità e sicurezza, precisamente permettere all’utente di acquistare e ritirare i prodotti in sicurezza senza assembramenti e negli orari meno affollati. Mentre all’esercente offrire uno strumento per continuare a vendere anche in caso di limitazione di orari se non addirittura  di chiusura temporanea imposti dai vari DCPM, in questo caso in accordo con l’acquirente il venditore deve provvedere alla consegna a domicilio.

Avete dei competitor, e se si, qual’è il vostro valore aggiunto?

La moda di acquistare presso grandi aziende on-line e  è molto diffusa, date le sue potenzialità. Esistono molti competitor diretti,  Il nostro valore aggiunto però e quello di dare la possibilità di fare acquisti in rete ma ritirandoli fisicamente presso il negozio del venditore e dare la possibilità anche a piccoli esercenti e negozi di essere competitivi senza investimenti e impegno di tempo proibitivi.  Vorremmo che Piemonteshop diventi l’icona di un certo modo di “rivedere” gli acquisti on-line e la condivisione tra chi vende e chi acquista.

I vostri prossimi passi quali saranno?

In particolare vorremmo allargare le figure tecniche che si occupano di Piemonteshop. Vorremmo anche far entrare più figure commerciali di esperienza che si occupino di seguire i negozi che vorranno diventare nostri partner. Parallelamente vorremmo cercare contatti per potenziali partnership che ci permettano di lavorare snelli sul concetto di servizio e sulle funzionalità della piattaforma.

Beh, da fare c’è tantissimo vedo, come in ogni grande progetto d’altronde. Ma un esercente se vuole mettersi in contatto con voi per saperne di più e poter vendere su Piemonteshop cosa deve fare?

Può mettersi in contatto con la signora Patrizia  al numero 324 684 4293  che illustrerà in modo dettagliato tutte le funzionalità e potenzialità di Piemonteshop.

Caro Livio… noi di vi auguriamo un grossissimo in bocca al lupo. 

Crepi il lupo! Saremo lieti di avervi ospiti sulla piattaforma Piemonteshop all’indirizzo www.piemonteshop.com da un lato per effettuare acquisti dall’altro per collaborare con esercenti e negozianti. Grazie mille per l’interesse e per questa chiacchierata.

 

Staff Piemonteventi Marisa Parola
Informazioni su Staff Piemonteventi Marisa Parola 96 Articoli
--